#ARESTorque - Il Direttore Tecnico di ARES Andrea Donati parla del nuovo cambio LCME.

April 2021

Dall’autunno 2020 Andrea Donati dirige le 50 persone che formano l'Ufficio Tecnico di ARES Design, nella sede di Modena. Nell'ultimo anno ha supervisionato direttamente lo sviluppo del nuovo sistema del cambio LCME, che ha recentemente debuttato sulla supercar di ARES Design, la ProgettoUno. Ci siamo incontrati con Andrea all'inizio di questa settimana per scoprire qualcosa di più su come funziona questo innovativo sistema e sul perché ARES lo ha creato.


ARES: Perché ARES Design ha deciso di creare questo cambio?

Andrea Donati: Come molte innovazioni di ARES, l'ispirazione è venuta da uno dei nostri clienti, che si lamentava della mancanza della leva del cambio sulle auto sportive moderne; la tecnologia di oggi di solito significa che ci sono le palette al posto degli stick del cambio. Così, abbiamo cercato di creare un sistema che replicasse il funzionamento di un tradizionale cambio ad H situato sul tunnel centrale e il risultato è stato l'LCME.


Qual è il processo di progettazione e creazione del cambio?

In primo luogo, abbiamo compiuto un’estesa opera di reverse engineering per acquisire una conoscenza approfondita del funzionamento del cambio a doppia frizione della donor car. I nostri ingegneri meccatronici hanno quindi analizzato e isolato tutti i segnali elettrici elaborati dal cambio originale.

Una volta compreso a fondo il funzionamento, gli ingegneri hanno sviluppato la parte meccanica del cambio LCME, per completare la quale abbiamo scansionato il tunnel della trasmissione della donor car per avere i riferimenti corretti per progettare l'interfaccia meccanica al suo interno.

La fase finale ha riguardato infine l’unione del nuovo sistema della leva del cambio all’interno dell’architettura della donor car e l'ottimizzazione di tutti i sistemi esistenti.


L'intero processo si è svolto presso la Factory di ARES?

Una volta progettato il sistema, abbiamo lavorato in collaborazione con una società di ingegneria esterna, specializzata nella creazione di sistemi meccatronici simili.


Quanto tempo ci è voluto per completare il sistema LCME?

In totale, il processo ha richiesto circa otto mesi, dal primo progetto all’installazione sull’auto.


Quali sono i componenti principali e come funzionano?

La torretta del cambio è composta dalla leva e relativo pomello, ricavati dal pieno con lavorazione per CNC, un selettore a doppia H (anch'esso ricavato dal pieno tramite macchine CNC) che replica le posizioni caratteristiche dei cambi automatici (P R N D) più la posizione Manuale ( + / - ) ed infine gli attuatori elettromeccanici che guidano i movimenti della leva.


Di che materiale sono fatti i vari componenti? Qual è il peso totale del sistema?

Avendo l’obiettivo di ridurre il più possibile i pesi della vettura, abbiamo usato la fibra di carbonio per creare l'interfaccia tra il tunnel e la torretta del cambio. Il selettore a doppia H e la leva del cambio sono realizzati in alluminio e in una lega d’acciaio speciale. Il peso complessivo del sistema LCME è stato contenuto a 14 kg.


Questo cambio può essere usato anche su altre auto o è fatto su misura per la ProgettoUno?

Il know-how del progetto è replicabile e quindi può essere riproposto anche su altri progetti, ma l'interfaccia meccanica avrebbe ovviamente bisogno di essere riprogettata per adattarsi alle differenti donor car.


Qual è il vantaggio principale dell'utilizzo di questo cambio?

Il vantaggio principale del sistema LCME è certamente la capacità di replicare il piacere di guida dato dai cambi ad innesti frontali tipici delle vetture da corsa, con un look vintage simile a quello presente negli abitacoli delle vetture sportive degli Anni ’70 e ’80.


Il sistema può essere personalizzato per adattarsi a diversi stili di guida?

È possibile intervenire sia sul software, modificando la sensibilità del componente elettronico, sia al livello meccanico, sul carico delle molle che regolano il movimento della leva, per cambiare il feeling percepito durante la cambiata. Quindi sì, è possibile personalizzare il sistema LCME, rispettando la filosofia di ARES di realizzare sempre vetture “ad personam”.


Esistono sistemi simili su altre supercar di oggi?

Ultimamente, soprattutto sulle supercar moderne, i produttori hanno la tendenza a non installare più la leva del cambio nelle loro auto. Ma noi, in ARES, non operiamo con gli stessi vincoli, e possiamo, come in questo caso, creare davvero ciò che i clienti desiderano.


Grazie Andrea!