ARES, UN 2021 ALL’INSEGNA DI UN RINNOVATO SVILUPPO.

June 2021

ARES totalizza un primo semestre 2021 con risultati da record

Prevista una nuova organizzazione aziendale, con la nascita di ARES Holding Spa

Continua l’espansione del network di showrooms, con nuove aperture imminenti

Già in atto un piano di investimenti ed assunzioni per la sede di Modena


Il coachbuilder modenese ARES Design ha totalizzato un primo semestre del 2021 da record, con importanti progressi in ambito organizzativo e societario e dal punto di vista dei riscontri commerciali internazionali.


A comprova della fase estremamente positiva del Gruppo ARES nella sua interezza vi è il fatturato 2021, che secondo le proiezioni a fine anno farà registrare un aumento percentuale a tre cifre, attestandosi intorno al 112%. Risultati fiscali dunque, ma non solo: ARES rinnoverà infatti radicalmente la sua struttura societaria, dando vita in primis ad ARES Holding SpA, una nuova società con sede a Milano. Sotto il controllo di ARES Holding SpA vi sarà innanzitutto la nuova ARES Modena SpA, centro nevralgico ed operativo del gruppo insediato nella Factory di Modena e che ospiterà gli uffici, il Centro Stile ed i reparti produttivi, e a seguire tutte le filiali, localizzate in vari e selezionati paesi nel mondo, che supporteranno l’attività e la crescita del Gruppo.


Naturalmente, un ruolo focale in questo piano di sviluppo ed espansione è rivestito dall’apertura di nuovi showroom, i cosiddetti ARES Studios. Oltre ai già esistenti locali di Dubai, Modena, Kitzbuhel, Monaco di Baviera e St. Moritz, è prevista, tra giugno e agosto 2021, l’apertura delle nuove venues di Zurigo, Miami, Milano, Marbella e del Bologna International Airport, mentre entro la fine del 2021 saranno inaugurati anche gli Studios di Londra e Monte Carlo: un programma ambizioso, che consentirà ad ARES di sviluppare il brand a livello globale e mostrare le proprie creazioni al pubblico di questi selezionati poli del luxury lifestyle in tutto il mondo.


All’espansione del network di vendita corrisponderà, naturalmente, anche un ampliamento del portfolio dei prodotti, attraverso la progettazione e il design di nuovi modelli di supercar e motociclette, sia one-off che realizzate in piccola serie. Protagonista della gamma sarà certamente la S1 Project, l’hypercar svelata nell’autunno del 2020 e che sta ora raccogliendo un grande successo tra gli appassionati di tutto il mondo, tanto che la prevista serie limitata a 24 esemplari è già stata quasi interamente venduta. Inoltre, anche i dati della produzione mostrano una crescita evidente: il numero di veicoli che transiteranno dai cancelli di Strada Sant’Anna nel 2021 sarà maggiore del 104% rispetto a quanto accaduto nel 2020.


Proprio per assecondare questo nuovo input produttivo e per far fronte alle future sfide del mercato, ARES prevederà un piano di nuove assunzioni, per espandere il suo staff tanto nei reparti produttivi quanto nell’ingegneria e nel design di veicolo. Dal 2020 ad oggi, l’organico di ARES Modena è già cresciuto di 12 unità, raggiungendo così il numero di 172 dipendenti, ma per il 2021 sono ben 20 i nuovi profili ricercati.


Infine, nel 2021 proseguirà il piano di investimenti continui che ARES ha già intrapreso nei mesi scorsi. Queste operazioni, che raggiungeranno i 17 milioni di euro a fine anno, interesseranno tanto le strutture produttive quanto quelle commerciali ed ovviamente l’avanzamento dei nuovi progetti, tuttora in fase di sviluppo, che vedranno la luce nei prossimi mesi.


Una realtà tutta Modenese dunque, che ora cresce e fonda una holding italiana, ma internazionale nello spirito e nelle visioni: sposando i concetti del lusso e dell’automotive più esclusivo, ARES mira così a diventare il punto di riferimento nella progettazione e nella vendita di supercar e motociclette uniche, per tutti gli appassionati ed amanti di questo affascinante settore.