Il coachbuilder italiano ARES apre le porte del nuovo Showroom a Zurigo.

July 2021

• Il coachbuilder italiano ARES ha aperto le porte del suo secondo Studio in Svizzera

• Nello showroom di Zurigo sarà mostrato il massimo del design automotive su misura

• Grazie a una tecnologia all’avanguardia si potrà vivere un’immersiva esperienza di configurazione della propria auto


Il coachbuilder italiano ARES ha aperto le porte del suo secondo Studio in Svizzera, a Zurigo.
Situato in Uraniastrasse 31, ai piedi dell'esclusiva Bahnhofstrasse, lo spazio offrirà ai clienti una brand experience coinvolgente ed immersiva, insieme ad un servizio clienti senza pari. Sarà una vetrina ideale per mostrare le conoscenze dell'azienda italiana nell'ambito del coachbuilding, la sua artigianalità esclusiva e la sua tecnologia all'avanguardia.

Progettato dal Centro Stile di ARES, che ha tratto ispirazione dalle linee pulite di una galleria di arte contemporanea, ARESZürich ospiterà tre meravigliose creazioni: l’ARES for Land Rover Defender Spec 1.2, uno straordinario esempio delle capacità dell’azienda nel campo della carrozzeria, la celebre ARES S1 Project, primo design interamente creato presso la Factory di Modena, e la nuova motocicletta ARES Bullet for BMW R nineT.

Insieme ai progetti fatti a mano, vi sarà la tecnologia più moderna, attraverso cui i clienti potranno vedere le loro auto prendere vita sul videowall del car configurator sviluppato appositamente o tramite il visore VR, oppure interagire con esso quando viene visualizzato sul tavolo touchscreen, portando così l’esperienza ad un nuovo livello di coinvolgimento.

Il nuovo Studio svolgerà anche un ruolo vitale nella filosofia di co-creazione tipica dell'azienda, grazie alla quale clienti, designers e ingegneri possono lavorare fianco a fianco per progettare e costruire veicoli in esemplare unico e su misura - una possibilità unica offerta da ARES. Nel configurare la propria auto, gli ospiti potranno scegliere tra una vasta gamma di opzioni e colori per l'esterno, oltre naturalmente ai pellami, ai tessuti e alle finiture più ricercate per l'interno, mentre si godono un tipico momento di ospitalità all'italiana, sorseggiando un espresso o un bicchiere di vino!

Storicamente, ARES ha mostrato al pubblico i suoi progetti solo in occasione di eventi prestigiosi come il Concorso d'Eleganza Villa d'Este in Italia, il Monaco Yacht Show e Salon Privé, nel Regno Unito. Tuttavia, a partire dalla fine del 2020, l'azienda ha inaugurato un importante piano di aperture di nuovi Studios. Ad oggi, ARES può così contare su una rete di showroom localizzati in tutta Europa, Regno Unito, Medio Oriente e, dal prossimo mese, negli Stati Uniti. ARESZürich è il secondo Studio aperto in Svizzera dal coachbuilder italiano, dopo aver aperto ARESStMoritz l'anno scorso.

Fondata sei anni fa e con sede nella moderna struttura di 23.000 metri quadrati in Strada Sant'Anna, l'azienda impiega 172 dipendenti, tra ingegneri, designer e artigiani specializzati. Il coachbuilder può contare su una fusione unica di artigianato tradizionale e tecniche avanzate per creare e costruire a mano veicoli in esemplare unico e in edizione limitata, realizzati su misura per i clienti di tutto il mondo.

Dany Bahar, CEO e co-fondatore di ARES, ha così affermato: “Siamo lieti di inaugurare questo nuovo Studio. In ARES, offriamo ai clienti l'opportunità unica di progettare e configurare i propri veicoli secondo le loro preferenze individuali. I nuovi showoroom permetteranno a più clienti di vivere questa esperienza personalizzata, di realizzare il veicolo dei loro sogni e di essere parte del processo di creazione".

Il presidente e co-fondatore Waleed Al Ghafari ha commentato: "L'apertura dello studio di Zurigo rappresenta un momento significativo nel percorso di sviluppo di ARES, poiché per la prima volta portiamo il marchio direttamente presso i nostri clienti in territori chiave per il brand. Zurigo è una location importante per noi e siamo molto orgogliosi di portare ARES e la sua gamma di veicoli costruiti a mano d'impronta tipicamente Made in Italy in Svizzera e in questa splendida parte d'Europa."